alessandrosecondin

1 : 1

In questo periodo di quarantena per il famoso virus, ho cercato di fare un progetto sull'isolamento da pandemia che tutti, più o meno, stiamo vivendo. Da separato, vivo da solo, a parte quando mia figlia, a weekend alterni, è con me; essenzialmente sono in solitaria in questo periodo. Perché l'ho fatto? Per documentare le mie emozioni e sensazioni, soprattutto nello stare da solo, tra momenti di vita apparentemente normali, dubbi, luci ed ombre, letture e momenti di contatto con il mondo esterno.
Il titolo del progetto nasce dalla distanza che si suggerisce tenere tra le persone, quando in realtà io non devo farlo perché non ho nessuno. Inoltre 1:1 nelle scale delle mappe o dei disegni tecnici significa in scala reale, dimensioni come l'originale. Quindi come sono nella realtà, in questo isolamento unicamente fisico.

During this period of quarantine for the famous virus, I tried to make a project on pandemic isolation that everyone, more or less, is experiencing. Separated, I live alone, apart from when my daughter is with me on alternate weekends; essentially I am alone in this period. Why did I do it? To document my emotions and sensations, especially in being alone, between seemingly normal moments of life, doubts, lights and shadows, readings and moments of contact with the outside world.
The title of the project comes from the distance it is suggested to keep between people, when in reality I don't have to do it because I don't have anyone. In addition, 1: 1 in the scales of maps or technical drawings means in real scale, dimensions like the original. So as I am in reality, in this uniquely physical isolation.
Link
https://www.alessandrosecondin.it/1_1-p21841

Share link on
CLOSE
loading